intestazione.jpg, 31 kB

Scuola

>>

Scuola Secondaria di II° Grado

>>

Aritmetica e matematica

Ben poche sono le ricerche dedicate alle competenze aritmetiche e matematiche negli individui con sindrome di Down. Da quelle a disposizione (Rynders, 1999; Gherardini e Nocera, 2000, Biancardi, 2001; Sestili, Moalli e Vianello, 2006) risulta in sintesi quanto segue.
Anche in questo caso la variabilità fra gli allievi con sindrome di Down è notevole.
Nel complesso le prestazioni nelle abilità numeriche e di calcolo sono inferiori sia a quelle relative alla lettura che alla scrittura e abbastanza coerenti con quelle prevedibili dall'età mentale di pensiero logico.
Sono una ridotta minoranza i ragazzi con sindrome di Down che hanno prestazioni superiori a quelle dei bambini di fine secondo anno della scuola primaria. La grande maggioranza ha prestazioni tipiche del primo anno della scuola primaria o inferiori.
Dalla ricerca di Gherardini e Nocera (2000) è emerso che a livello di scuola secondaria di II° grado:
- il 75% contava oltre il numero 10;
- il 77% sapeva leggere i numeri a due o a tre cifre;
- il 14% sapeva effettuare semplici equivalenze;
- l’8% capiva cosa è una percentuale;
- il 2% sapeva operare con le frazioni.
In considerazione di tali difficoltà si ritiene utile favorire apprendimenti o utilizzazioni pratiche anche in assenza delle competenze concettuali necessarie; ad esempio fornendo strategie pratiche per la lettura dell’orologio (usare uno digitale; in quello con le lancette dare più importanza alla lancetta più piccola, ecc.), per capire quando una cosa costa molto o poco (ad esempio “i soldi di carta valgono di più di quelli di metallo”) Per un esempio relativo al denaro si veda la sezione dedicata alla scuola primaria.

Piazza Caduti per la Libertà 21 48121 Ravenna Tel. 0544.249128 Fax 0544.249149

intera.jpg, 3 kB