intestazione.jpg, 31 kB

Scuola

>>

Scuola Secondaria di I° Grado

>>

Leggere e scrivere

Inizia download del filePRESENTAZIONE IN POWER-POINT

L’analisi della letteratura (per una rassegna vedi Vianello, 2006) suggerisce che la situazione attuale relativa ai ragazzi con sindrome di Down iscritti alla scuola secondaria di I° grado è caratterizzata come segue.
- L'apprendimento della lettura e della scrittura richiede una età mentale di 4-5 anni. La grande maggioranza degli allievi di scuola secondaria di II° grado è in possesso di tali requisiti cognitivi ed è quindi in grado di apprendere a leggere e scrivere, se vi è stato un opportuno insegnamento per almeno 3 o 4 anni nel periodo precedente.
- Un 30% circa dei ragazzi con sindrome di Down iscritti alla scuola secondaria di I° grado attualmente non sa leggere e scrivere o si trova in una fase che genericamente potremmo chiamare di pre-lettura e pre-scrittura. Si può pensare che in un contesto sociale, educativo ed abilitativo ottimale una buona parte di questi ragazzi avrebbero potuto imparare a leggere e scrivere almeno fino al livello tipico dei bambini del primo anno della scuola primaria.
- I rimanenti, cioè la maggioranza (attorno al 70%) dei ragazzi con sindrome di Down raggiungono un apprendimento della lettura e della scrittura approssimativamente almeno a livello della fine del primo anno della scuola primaria. Alcuni di questi (circa uno su due) anche nella lettura e scrittura di testi semplici hanno ancora bisogno di aiuto da parte degli adulti. Comunque, se un po' sostenuti o almeno motivati, possono scrivere cartoline, letterine, brevi messaggi anche senza dettatura parola per parola. L'uso dei programmi di scrittura del computer è già possibile, anche se ad un livello iniziale. Spesso esso è più legato agli aspetti motivazionali e alla pratica che alle competenze (che potrebbero essere sufficienti).
- Un ragazzo con sindrome di Down su quattro (25-30% del totale; si tratta di una parte dei ragazzi di cui sopra) evidenzia prestazioni paragonabili a quelle dei bambini di fine secondo anno della scuola primaria o superiori. Anche in questo caso è possibile la lettura di testi semplici e motivanti, la scrittura spontanea di cartoline, letterine, messaggi brevi e l'uso di programmi di scrittura del computer.
- Alcuni ragazzi infine (circa il 10% del totale della popolazione con sindrome di Down) pervengono a competenze di lettura e scrittura paragonabili a quelle dei bambini normodotati frequentanti il secondo ciclo della scuola primaria. Questo comporta la capacità di leggere giornalini, giornali, libri ecc. e di scrivere autonomamente pensierini, lettere, messaggi. Sono buone le basi per l'uso dei programmi di scrittura del computer.
Il confronto con le prestazioni dei bambini normodotati deve comunque essere considerato come del tutto orientativo, dato che vi sono differenze qualitative molto importanti. In particolare a parità di testo scritto sotto dettatura o spontaneamente i minori con sindrome di Down commettono molti più errori di ortografia.
È opportuno riportare alcuni dati di ricerca a sostegno di alcune affermazioni di cui sopra.
Dalla ricerca di Gherardini e Nocera (2000) relativa all'anno scolastico 1998-1999 risulta quanto segue.
- Gli allievi di scuola secondaria di I° grado che non leggevano affatto erano: 11%.
- Leggeva singole parole: 89%.
- Leggeva e comprendeva semplici brani: 29%.
- Gli allievi che non sapevano scrivere erano: 11%.
- Scrivevano autonomamente singole parole: 68%.
- Scrivevano autonomamente brevi frasi: 39%.
- Scrivevano autonomamente brevi composizioni: 10%.
Da una ricerca di Stella e Biancardi (2001) risulta che più del 50% degli allievi di scuola secondaria di I° grado avevano competenze di lettura e scrittura tipiche (come minimo) dei bambini del primo anno della scuola primaria.
Sestili, Moalli e Vianello (2006) hanno trovato che gli allievi di scuola secondaria di I° grado da loro considerati avevano prestazioni in lettura e scrittura superiori di uno o due anni rispetto alla loro età mentale (fra i 5 anni e i 5 anni e mezzo). Si tratta di un dato molto importante perché evidenzia i margini di miglioramento di un insegnamento adeguato.
Le prestazioni nella scrittura sono nel complesso inferiori a quelle nella lettura e solo lievemente superiori rispetto a quelle attese sulla base dell'età mentale (circa un anno).
Si deve comunque sottolineare che sia nella lettura che nella scrittura errori di vario tipo sono di gran lunga superiori a quelli medi dei bambini normodotati dello stesso livello di lettura e di scrittura (a parte gli errori).

 

 

Piazza Caduti per la Libertà 21 48121 Ravenna Tel. 0544.249128 Fax 0544.249149

intera.jpg, 3 kB