intestazione.jpg, 31 kB

Approfondimenti

>>

Ricerche

>>

Pensiero logico, metaconoscenze, attribuzioni causali e memoria in bambini 5/7 anni

 

Pensiero logico, metaconoscenze, attribuzioni causali e prestazioni di memoria in bambini 5/7anni     
Elisa Temporin, Paola Conti, Elena Moalli e Renzo Vianello
UniversitÓ di Padova

Sulla base di varie indagini (Vianello, 1998) Ŕ emerso che il periodo compreso fra i 5 e i 7 anni Ŕ caratterizzato da progressi significativi sia per quanto riguarda lo sviluppo del pensiero logico che delle conoscenze ("metaconoscenze") relative al funzionamento della memoria e dell'attenzione. Inoltre studi sullo sviluppo delle attribuzioni causali (in sintesi quali sono considerate le cause dei propri successi ed insuccessi). Quali rapporti vi sono fra queste variabili e fra esse e le prestazioni effettive di memoria?
Obiettivo fondamentale: verificare i rapporti fra sviluppo del pensiero logico, metaconoscenze sulla memoria e l'attenzione, attribuzioni causali e prestazioni di memoria in bambini di 5-7 anni.
Soggetti: 96, proporzionalmente distribuiti secondo le etÓ (5, 6 e 7 anni) e il sesso (16 maschi e 16 femmine per etÓ).
Metodologia. Sono state proposte 4 diversi tipi di prove: OL (Vianello e Marin, 1997), prove di metacognizione (MC) relative alla memoria e all'attenzione (Vianello, 1998), prove di attribuzione causale riguardanti l'abilitÓ, l'aiuto, la fortuna e l'impegno (Curti e Vianello, 1998), prove di memoria (prova di ricordo numerico del WISC-R e prova di ricordo di parole De Beni - Mazzoni).
Risultati fondamentali. Data la complessitÓ dei dati Ŕ opportuna una prospettiva che consideri solo quelli emersi come cruciali. Quali sono le variabili correlate (p<.01) con le prestazioni effettive di memoria? In primo luogo l'impegno, quindi il pensiero logico ed infine le metaconoscenze.
Conclusioni. Questa ricerca suggerisce che nel periodo di etÓ compreso fra i 5 e i 7 anni:
- pensiero logico, metaconoscenze sulla memoria e sull'attenzione e attribuzioni causali (per quanto riguarda il fatto che viene attribuita sempre meno importanza all'aiuto esterno e alla fortuna e sempre pi¨ all'impegno) procedono parallelamente;
- meno lineare Ŕ il parallelismo con le prestazioni effettive di memoria, dato che esso Ŕ presente per quanto riguarda il pensiero logico e soprattutto l'attribuzione "impegno",  ma Ŕ debole (per quanto non assente) con le metaconoscenze.
Sul piano didattico questa indagine invita a favorire negli alunni di cinque-sette anni la consapevolezza che le prestazioni scolastiche dipendono anche dall'impegno dell'individuo (almeno quanto, ma probabilmente pi¨ delle capacitÓ logiche).

Piazza Caduti per la LibertÓ 21 48121 Ravenna Tel. 0544.249128 Fax 0544.249149

intera.jpg, 3 kB